Dicono di noi


da Il Gazzettino” – venerdì 4 gennaio 2013

LE OPERE PIE DI ONIGO HANNO AIUTATO IL NOSTRO GENITORE
Durante il lungo periodo di sofferenza del nostro caro genitore Virgilio F., deceduto il 25 dicembre scorso, abbiamo sperimentato direttamente negli ultimi 6 mesi varie strutture sanitarie e di accoglienza nel territorio della provincia di Treviso.
Dopo un lungo percorso, assai negativo, siamo stati accolti in una struttura davvero eccellente: casa di riposo “Opere Pie di Onigo” in Pederobba.
Ci sentimo in dovere di ringraziare il personale medico e tutti gli operatori per la professionalità e, soprattutto, l’umanità con le quali seguono tutti gli ospiti della struttura; in una panoramica assai desolante circa la sanità e l’assistenza in Veneto, in base al nostro vissuto, riteniamo sia doveroso elogiare l’operato eccellente di realtà come questa.

Carla, Francesco e Paolo


Valdobbiadene,  07  febbraio 2013

Gentilissimo dottor Furlanetto,
Le scrivo in quanto sono il fratello della signora Mariantonietta M., che è stata ospite del vostro Istituto dal 2007 e fino al 20 gennaio di quest’anno, in quanto voglio esprimere e comunicare a Lei ed a tutti coloro che in questi anni hanno assistito mia sorella, il mio grazie, in quanto presso di Voi abbiamo trovato un ambiente familiare e professianalmente adeguato, specialmente  per il tipo di malattia che la ha colpita.
Tutto il personale si è sempre prodigato per rendere la  sua permanenza  il più possibile serena, espressa con un rapporto che va oltre la semplice assistenza ad un malato ma travarica in manifestazioni di affetto che io e la mia famiglia abbiamo apprezzato molto.
Ora ho trasferito mia sorella a Valdobbiadene per rendere più semplice la nostra presenza in funzione della vicinanza alla mia abitazione, non senza un certo rammarico ed ora  con un po’ di nostalgia dopo oltre 5 anni di frequenza presso le Operie Pie di Onigo.
La prego di trasmettere a tutto coloro che hanno collaborato nella sua struttura a questo risultato, operatori, infermieri assistenti e dirigenti, il nostro più sentito ringraziamento. Un cordiale saluto,

Mario M. e famiglia