ASSISTENZA PER PERSONE con DISABILITA’ di grado medio, grave e gravissimo.

Numeri e indirizzi di riferimento:
Referente di nucleo: Infermiere Alessi Filippo
Medico di reparto: Dott. Roccon Lino
Telefono del reparto: 0423/694761 – Cell. 3206904722
E-mail: rsadisabili@operepiedionigo.it

Reparto in Centro “GUGLIELMO E TEODOLINDA D’ONIGO”
Ex Ospedale – RSA Disabili Adulti, nucleo “Stella Alpina”
Residenza Sanitaria Assistenziale (RSA) – DIS.AC.4.4


NUCLEO “STELLA ALPINA”
La storia di questo nucleo parte dal 1998, anno di concretizzazione del nucleo residenziale per Persone con disabilità congenita ed acquista di grado grave e gravissimo, grazie all’interessamento del Consiglio di Amministrazione dell’Ente Opere Pie d’Onigo.
Durante questo decennio la Direzione dell’Ente e la compagine tecnica hanno lavorato in stretta collaborazione con l’obiettivo di portare sollievo ai Signori utenti e alle loro Famiglie. La compagine tecnica peraltro non si è barricata sul “faccio oggi quello che ho fatto ieri”, ma si è dimostrata aperta ad aderire e a partecipare a proposte varie:

  • Gruppo di lavoro e lavoro di gruppo
    Protocollo 3577 dell’ 8 agosto 2007: sviluppo e manutenzione delle capacità relazionali dell’Operatore;
  • Progetto ludico – motorio nelle attività socio – educative
    Protocollo  5332 del 4 dicembre 2007: condividere l’importanza della cura oltre le medicine;
  • Condivisione della nuova normativa rispetto ai parametri Ospite/Operatore
    DGR n.84 del  16 gennaio 2007, intervento del Direttore – 30 luglio 2009;
  • Riunione organizzativa per la delucidazione dei Protocolli operativi
    Creare la cultura dell’importanza dell’aggiornamento riguardo alle ricadute locali delle raccomandazioni scientifiche, a cura del Responsabile di Nucleo – 15 luglio 2010/prot. n. 3187.

 

MISSION ED OBIETTIVI
La seguente relazione descrive in modo schematico ma puntuale le principali necessità assistenziali degli Ospiti del Nucleo “Stella Alpina” ed evidenzia l’eterogeneità delle patologie e delle conseguenti disabilità presenti: disabilità congenite gravi e gravissime, disabilità acquisite conseguenti ad eventi traumatici di varia natura e disabilità gravi di ordine neurologico (Sclerosi Multipla SM, Sclerosi Laterale Amiotrofica SLA, ecc.).
La descrizione delle patologie presenti permette di sottolineare come siano necessari percorsi assistenziali individualizzati e adeguatamente mirati ai bisogni e alle abilità residue degli Ospiti stessi.
Gli interventi ad oggi pianificati e proposti all’interno del Nucleo consistono soprattutto in interventi di carattere medico-infermieristico ma anche psico-sociale, logopedico e fisioterapico attuati al fine di permettere all’Ospite di raggiungere, per quanto possibile, uno stato di benessere personale così come proposto dalle linee guida dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS).
A livello assistenziale, oltre alle essenziali e routinarie procedure medico-inferieristiche, gli Ospiti presenti al Nucleo vengano tutti alzati e mobilizzati quotidianamente al fine di mantenere al meglio e più a lungo le funzioni corporee residue. Queste procedure, visto l’alto numero di Ospiti ad elevato rischio di lesioni da compressione (LDD), sono molto utili e preventive in quanto tali lesioni risultano attualmente assenti.

Altrettanto importante è sottolineare come gli interventi debbano essere mirati spesso non solo all’Ospite ma anche ai suoi familiari, che sono una presenza pressoché costante nella “vita” del Nucleo.

Recentemente sono stati pianificati incontri di formazione interna per le figure professionali presenti nel Nucleo che hanno permesso di migliorare l’informazione e incrementare le competenze assistenziali specifiche relativamente alle patologie trattate.
Le procedure medico-infermieristiche, psico-sociali, riabilitative e formative e gli interventi assistenziali generici utilizzati nel Nucleo, alla luce dei risultati obiettivi ad oggi ottenuti, sono costantemente garantiti.

Va ricordato inoltre come il Nucleo “Stella Alpina” ospiti anche pazienti in regime temporaneo per periodi variabili e come gli Infermieri del Nucleo si rendano disponibili nella gestione delle urgenze del Centro Diurno per Gravi Cerebro Lesioni Acquisite (CD-GCLA) “Liberi di Essere” presente nella stessa Struttura al piano terra.

BACINO D’UTENZA
Gli Ospiti attualmente presenti nel Nucleo sono 26 ed è in corso la procedura di autorizzazione per l’aggiunta di 2 ulteriori posti.
Gli Ospiti provengono sia dalla ULSS 8 che da altre ULSS del Veneto; 17 Ospiti appartengono alla ULSS 8 e provengono da 12 diversi Comuni: 2 Ospiti da Altivole, 1 Ospite da Castelfranco Veneto, 1 Ospite da Cavaso del Tomba, 1 Ospite da Crocetta del Montello, 1 Ospite da Crespano del Grappa, 1 Ospite da Loria, 1 Ospite da Maser, 4 Ospiti da Montebelluna, 2 Ospiti da Pederobba, 1 Ospite da Riese Pio X, 1 Ospite da San Zenone degli Ezzelini, 1 Ospite da Volpago del Montello.
Altri 9 Ospiti appartengono ad altra ULSS: 1 Ospite proviene da Codognè – ULSS 7, 1 Ospite proviene da Istrana – ULSS 9, 1 Ospite proviene da Moriago della Battaglia – ULSS 7, 1 Ospite proviene da Preganziol – ULSS 9, 1 Ospite proviene da Quero – ULSS 2, 1 Ospite proviene da Paese – ULSS 9, 2 Ospiti provengono da Treviso – ULSS 9, 1 Ospite proviene da Vittorio Veneto – ULSS 7.

AMBIENTI
Da settembre 2009 la Residenza sanitaria assistenziale, dopo la ristrutturazione dell’intero stabile ex ospedale,  è stata trasferita in un altro nucleo dotato di 28 posti letto, con la possibilità di suddividere il piano in due sub – nuclei.
Il fermento è stato oggetto di riunioni tra la Direzione e il Responsabile di nucleo e tra questi e il Personale a lui assegnato. La Direzione dell’Ente ha provveduto a far visitare i locali del nuovo nucleo a tutti gli Operatori, nonché ai Familiari dei Signori ospiti.

Sono stati trattati insieme più punti:

  • il nuovo nucleo è strutturalmente più accessibile da parte dei Familiari;
  • uscita facilitata per i Signori ospiti;
  • spazi comuni più accessibili sia a nord che a sud;
  • concreta possibilità di creare due sub–nuclei, nei cui locali possano risiedere armonicamente Persone con disturbi diversi bisognosi di risposte diversificate.