MODALITA’ DI ACCESSO

Le persone accedono al Centro Diurno attraverso l’UVMD (Unità di Valutazione Multidistrettuale) indetta e gestita dall’ULSS a seguito della segnalazione dell’Ambulatorio di Neuropsicologia e del Servizio Handicap per l’Età Adulta dell’ULSS 8 e del reparto di Medicina Fisica e Riabilitativa dell’Ospedale. E’ in sede UVMD che i diversi attori sociali discutono e concordano il programma riabilitativo specifico per ogni singolo utente, definendone gli obiettivi e i tempi di verifica.

I criteri d’accesso sono rappresentati dai seguenti indicatori:
– il livello di gravità clinica che comporta questa distinzione: 7 posti per utenti con gravi/gravissimi esiti (con necessità prevalentemente assistenziali e di contrasto all’ involuzione), 12 posti per utenti con gravi/moderati esiti (con necessità prevalentemente riabilitativo/partecipative) e 5 posti per utenti in fase post-acuta (con necessità prevalentemente riabilitative e di inserimento lavorativo);
– dall’età degli utenti che va dai 18 ai 55 anni (estendibile ai 64 su casi particolari) e dalla fase evolutiva, che comprende la fase del post ricovero e/o la fase degli esiti.

Un criterio di esclusione è costituito dallo stato premorboso del soggetto, che deve essere caratterizzato dall’assenza di pregressa insufficienza mentale, assenza di disturbo psichiatrico o di altra patologia organica/funzionale invalidante pregressa.

La durata del progetto individuale per ciascun utente dipende dagli obiettivi previsti e dalla realizzazione o meno degli stessi. Indicativamente per le persone con esiti moderati e con possibilità di recupero è prevista una permanenza media di due anni, eventualmente prorogabili, per le persone con esiti gravi e gravissimi si considera un inserimento sine die e per gli utenti in fase post-acuta il periodo massimo consentito è di circa un anno.